Barili

Barili Barili

Progetto

Barili - Elegante ecosostenibilità

Elegante ecosostenibilità

Progettista: Studio Architetti Morelli e Pastore
Intervento: Hotel Parco dei Principi
Luogo: Palese aeroporto - Bari
Anno di realizzazione: 2005 - 2011
Dati dimensionali: 52,000 mc
Pubblicato in: Progetti - Bari
Edizione periodica: Giugno 2015
Casa editrice: Quid Editori

A due passi dall'aeroporto di Bari, l'hotel Parco dei Principi esplora la sintesi tra tecnologia e filosofia green

«Occorrerebbe rieducarsi tutti alla bellezza». La celebre riflessione che, tempo fa, il sociologo Franco Cassano rivolse alla città di Bari in Mal di Levante, sembra ispirare l’intervento di progettazione e allestimento degli interni compiuto dai progettisti dello Studio Architettura Dario Morelli & Paolo Pastore su Parco dei Principi Hotel Congress & Spa, situato a Bari, all’ingresso dell’Aeroporto Karol Wojtyla. Nato in una posizione strategica, l’Hotel Parco dei Principi è la realizzazione puntuale e rigorosa del concept di ospitalità “contemporanea”, che è domanda di comfort, relax e wellness nelle sue declinazioni più all’avanguardia, di servizi di efficienza e funzionalità pro-business offerti dalla tecnologia, ma è anche, soprattutto, richiesta di “fascinazione”, quella prodotta da un rapporto archetipico con la natura. L’hotel, è stato progettato per poter anticipare tutte queste richieste. La struttura, difatti, offre centro congressi e sale riunioni, internet point, coffee-break, corner lettura, una Spa & Fitness, tempio di trattamenti dedicati al benessere ed eseguiti dai massimi esperti del settore, due ristoranti che propongono piatti tipici nonché specialità multietniche ed internazionali, Lounge bar, 231 tra suite e raffinate camere complete di tutti i comfort, alcune delle quali progettate per i diversamente abili, e un parco privato di 33.000 mq che ospita la masseria Maselli Gironda, una costruzione rurale settecentesca. Ad aggiungersi, i 100 ettari di macchia mediterranea riqualificata e ri-naturalizzata del Parco regionale di Lama Balice, e dentro il quale l’intero complesso alberghiero si immerge, suggestivamente disarticolato in due corpi principali, uniti tra loro da una volume semicircolare centrale che funziona da cerniera. L’interior design degli ambienti comuni e delle camere è stato pensato per accogliere le persone in un’atmosfera calda, “mediterranea”: un’autentica promessa di serenità. La hall si presenta con uno sfondato centrale di forma circolare, che fa intravedere il piano superiore e introduce l’ospite al mood dell’hotel. Per i marmi a specchio, le finiture murarie e i soffitti, i progettisti si sono orientati sulla tonalità tabacco, palette cromatica che allude al simbolo della “terra”, memoria ancora viva della civiltà contadina pugliese, e che incantevolmente si intreccia al gioco prodotto dalle luci interne e dalla luce naturale, favorita, quest’ultima, dall’impiego di vetrate panoramiche. Lo studio dei colori e delle luci è anche racconto dell’eco-sostenibilità del progetto. L’intera costruzione dell’Hotel Parco dei Principi è composta da murature di tompagno interne, realizzate con materiali naturali come il tufo, proveniente da cave locali. Le murature esterne dispongono di un rivestimento a cappotto in accoppiamento a una parete ventilata e le superfici a vetro sono di tipo basso emissivo.Tutte le camere dell’albergo e gli ambienti comuni sono arredati con mobili fabbricati in legno senza formaldeide, moquette in fibre naturali, sistemi di sicurezza, energia e diffusione dell’acqua a basso consumo. A rientrare nell’etica verde, anche le cucine, attente ai dettami della gastronomia locale e alla scelta di prodotti sani e freschi, a km 0. L’Hotel Parco dei Principi svela così al contempo una radice mediterranea e una vocazione cosmopolita, squisitamente green, che sapientemente si fonde con il design innovativo ed una filosofia tecnologica orientata al futuro. Fra terra e cielo: Hotel Parco dei Principi.

Testo: Digital Strategies for Design
Foto: Archivio Studio Morelli e Pastore, Vito Corvasce