Barili

Barili - Facebook Barili - Instagram Barili - Linkedin

Progetto

Barili - Fluide riflessioni

Fluide riflessioni

Progettista: Enrica Capodacqua, Francesco Mantuano
Intervento: Progettazione di uno studio medico indipendente con abitazione
Luogo: Bari
Anno di realizzazione: 2013
Dati dimensionali: 200 mq
Pubblicato in: Progetti - Cartoline di architettura, Bari
Edizione periodica: Luglio 2015
Casa editrice: Quid Editori

Fluide riflessioni

Al sesto piano di un edificio realizzato negli anni settanta, in prossimità del teatro Petruzzelli, si sviluppa l’immobile di proprietà di una coppia di medici. Sono 200 mq da cui, i progettisti Enrica Capodacqua e Francesco Mantuano, hanno ricavato uno studio medico indipendente e una abitazione che si sviluppa in maniera fluida. Tra le richieste della committenza quella di integrare il più possibile la cucina con il living. Per accedere allo studio e alla casa si trova un piccolo vestibolo. Appena entrati il concept che ha ispirato il progetto appare evidente. La cucina brilla come una lanterna in cristallo, fungendo da perno fra il living e la zona notte. Delimitata dal lato ingresso da tre partizioni a bilico verticale e dall’altro da tre partizioni scorrevoli, è sostenuta da un pilastro in vetro strutturale posto angolarmente fra le due pareti. È dotata di isola centrale destinata alla cottura, angolo lavaggio con pensili a sinistra e parete composta dalla colonna forno, frigo, dispensa ed accesso alla lavanderia a destra e si apre sul salone. La parete destra d’ingresso è rivestita da una boiserie-contenimento composta da elementi mobili in rovere naturale e cristallo colorato realizzata su disegno. Il living, occupa l’angolo dell’edificio ed è caratterizzato dagli ovali ritagliati nel controsoffitto, una sorta di maglia in tensione agganciata da un lato alla lanterna e dall’altra alla città. Il grande contenitore tv è realizzato su disegno in legno laccato bianco con inserti in rovere e specchio, che riflette l’immagine dell’antistante teatro Petruzzelli. Di fronte si sviluppa la zona divani. Dietro ad essi è concepita la zona lettura e pranzo, dove si trova appeso alla parete un contenitore sospeso e retroilluminato realizzato anch’esso su disegno. La scelta per gli infissi è ricaduta su una tipologia a tutta luce e a scomparsa totale in controparete di cartongesso. Il pavimento è ricoperto di rovere artigianale piallato a mano e martellato, distribuito in tavole di grandi dimensioni. Per accedere alla zona notte si trova un corridoio in cui si trovano nascosti da due pannelli in rovere bruciato, il bagno e il ripostiglio. Questa zona distribuisce verso una camera singola per gli ospiti, dotata di bagno ed una matrimoniale dove il letto ha come testata un elemento di contenimento ed è fornita di closet e bagno. Le pareti dei bagni sono ricoperte di resina, nel pavimento viene ripreso il parquet e nelle docce una ceramica di grandi dimensioni, mentre i piani lavabo sono in Corian. L’impianto di condizionamento è del tipo aria-aria con pompa di calore esterna ed unità di trattamento interne, mentre quello di riscaldamento è a radiatori e caldaia a condensazione. Per l’impianto di illuminazione si è scelto prevalentemente il led, configurabile anche in remoto in vari scenari. A governare tutti gli impianti è una rete domotica. 

Testo: Gilian Morelli
Foto: Francesco Bello Lorusso - Francesco Mantuano