Barili

Barili Barili

Progetto

Barili - Tra storia e tecnologia

Tra storia e tecnologia

Progettista: Walter Scazzetta
Intervento: Ristrutturazione edilizia e riqualificazione funzionale di un complesso immobiliare destinato a residenze turistiche e SPA denominato “Iulius Suite”
Luogo: Conversano (BA)
Anno di realizzazione: 2013
Dati dimensionali: 200 mq (superficie interna), 40 mq (superficie esterna)
Pubblicato in: Progetti - Bari
Edizione periodica: Ottobre 2015
Casa editrice: Quid Editori

Una nuova residenza turistica a Conversano coniuga tradizione e modernità

Quando si incontrano architettura ed ospitalità si converge spesso in una dimensione dove il bello è di casa, e a chi non ne fosse troppo convinto vogliamo presentare la Iulius Suite, una nuova residenza turistica sorta a Conversano, grazie all’ingegno del progettista Walter Scazzetta. Si tratta di una serie di immobili ubicati nel centro storico, nel suggestivo rione seicentesco denominato Casalnuovo, che sono stati riqualificati e funzionalmente adeguati all’esercizio di residenze turistiche. Lo strumento urbanistico tipizzato dal Piano Regolatore generale del municipio tende a recuperare e valorizzare l’attuale assetto storico/architettonico ed ambientale della cittadina e il team dei progettisti ha dovuto rispettare queste normative. L’intero immobile, composto da tre distinti edifici un tempo divisi e oggi comunicanti tra loro, si estende su quattro livelli; il primo dei quali, piano seminterrato, è ora stato destinato all’attività di piccola SPA e centro benessere, usufruibile dagli ospiti della struttura; mentre gli altri tre piani, tutti fuori terra, sono stati destinati all’attività di residence, dunque residenze turistiche, per un numero complessivo di cinque camere separate, tutte di lussuosa tipologia suite. Al più elevato dei tre piani è stata ricavata un’ariosa terrazza attrezzata con una pergola dotata di tettoia in ferro, destinata a fungere da sala colazione per chi soggiorna nella struttura, annessa una piccola ma funzionale saletta cucina per preparare il primo pasto della giornata. Le suite sono dislocate sul primo, secondo e terzo piano e si caratterizzano per l’essenzialità dei loro arredi, ridotti all’essenziale - come li descrive l’architetto Scazzetta - e tutti di gusto spiccatamente moderno. Una presenza che emerge è quella della nuova scala metallica di collegamento, la quale attraversa tutti i livelli e termina sulla terrazza all’ultimo livello e che ha una curiosa particolarità: pur essendo collocata nella parte più distante dalla facciata stradale e, quindi, meno illuminata, risulta comunque venire inondata dalla luce zenitale che viene catturata dalla copertura in legno del terzo piano. Questo fascio di luce che investe la scala non può che metterne in risalto tutta la leggerezza e le forme in stile delicatamente minimale. Il lavoro portato avanti dai progettisti è inevitabilmente dovuto passare per rimozioni e demolizioni alle quali è seguito un intervento mirato a realizzare un edificio pienamente rispettoso dell’ambiente, finalizzato a rinnovare e sostituire elementi delle strutture in oggetto, senza però mai stravolgerne il comportamento statico. Ripristino e consolidamento sono state le due parole chiavi delle fasi di ristrutturazione, per ancorare la parte strutturale dei tre fabbricati che sono ora diventati un unico complesso e porre le basi per ogni ammodernamento apportato; dal miglioramento dell’efficienza energetica dei terrazzi, realizzato attraverso un idoneo isolamento termico in estradosso, alle opere di protezione termica ed acustica, messe in atto in ogni parte strutturale, verticale od orizzontale; dalle nuove murature e tramezzature alla sostituzione dei vecchi infissi con nuovi prodotti in legno massello a taglio termico, inclusi dei nuovi doppi vetri con all’interno gas bassoemissivo in grado di isolare termicamente, acusticamente e dalle infiltrazioni di acqua piovana; dai trattamenti idrorepellenti applicati su ogni superficie lapidea porosa fino alla finitura e posa in opera di scale in ferro, come quella di cui abbiamo già scritto, di forma lineare, per i collegamenti tra tutti i piani e gli ambienti dell’immobile. A Conversano vi è ora una nuova e tecnologica residenza per turisti, che ad occhio nudo appare perfettamente inserita nel contesto storico del centro della cittadina pugliese.

Testo - Mattia Mezzetti
Foto - Gianpaolo Mastronardi